La dieta di Marzo – alleggerire ma non troppo

La dieta di Marzo – alleggerire ma non troppo

Uno dei principi fondamentali che guidano l'uso del cibo per il mantenimento e il rafforzamento della salute è mangiare in armonia con le stagioni. Tutti gli esseri viventi, le piante e gli animali si adattano costantemente ai cambiamenti dell'ambiente per armonizzarsi con esso. È un principio molto semplice il quale riconosce che il nostro ambiente interno (all'interno del nostro corpo) deve creare un equilibrio dinamico con l'ambiente esterno. Bilanciamento dinamico significa uno stato di polarità in modo che quando fa freddo e umido nell’ambiente esterno il nostro corpo deve generare calore per asciugare e mantenere una temperatura costante all'interno. L'ambiente interno del nostro corpo funziona molto come una stanza in una casa che è sempre di 20 gradi. Sembra che nulla stia cambiando, ma per mantenere quei 20 gradi il riscaldamento deve essere alzato in inverno e l'aria condizionata deve essere usata per combattere il caldo estivo. In effetti c'è molto da fare per mantenere una stanza ad una temperatura tale da far sembrare che nulla stia cambiando, proprio come nel nostro corpo.

In questo momento siamo alla fine dell'inverno e, si spera, abbiamo visto il peggio del freddo e della neve. Se abbiamo mangiato correttamente e se abbiamo mantenuto uno stile di vita attivo, il nostro ambiente interiore è abbastanza caldo e asciutto dopo mesi di freddo e umidità all'esterno. Qui a Milano, se domani la temperatura dovesse superare i 12 gradi, tutti sentirebbero molto caldo, sembrerà il momento di mettere via cappotti pesanti, cappelli e guanti. Se dovesse essere di 12 gradi nel mese di settembre, tutti si sentirebbero terribilmente freddi perché l'aria condizionata è rimasta per tutta l'estate.

Per coloro che non hanno mangiato bene è probabile che abbiano sofferto durante i mesi freddi. Se fuori fa freddo e mangiamo cibi rinfrescanti come frutta cruda e molti cibi dolci, il nostro corpo cerca disperatamente di liberarsi dal freddo creando un raffreddore o se le cose si fanno davvero squilibrate crea l'influenza.

Quindi come dobbiamo mangiare in questo momento?

Questo è un momento molto particolare perché verso la fine dell'inverno i nostri corpi sono un po' stanchi di combattere il freddo. Gli organi che più soffrono durante l'inverno sono i reni. I reni sono la sede della nostra vitalità e svolgono un ruolo importante nel sistema immunitario e questi organi non vedono l'ora che faccia un po' di caldo, così potranno riposarsi e riprendersi. I reni sono la chiave di come dovremmo mangiare in questo periodo dell'anno.

Cosa ferisce i reni?

Alimenti molto dolci, stimolanti e cibi che raffreddano il corpo (anche alcol e sostanze chimiche nel nostro cibo). Questo significa cose come gelato, miele e frutta molto dolce come fichi, datteri e uvetta oltre al caffè e il cioccolato. Il gelato al cioccolato sarebbe una delle cose peggiori da mangiare in questo momento. Il problema non è adesso perché è ancora freddo, ma è molto probabile che nelle prossime due settimane ci saranno alcuni giorni caldi, dove la temperatura salirà a circa 20 gradi e quelli saranno i giorni in cui dovremo stare attenti. In quei giorni i venditori di gelati fanno ottimi affari perché tutti hanno il calore nei loro corpi accumulato durante il lungo inverno e questo calore dentro il corpo con il caldo nell'ambiente fa sicché il gelato diventa quasi irresistibile. Cerchiamo di resistere! La primavera ci inganna e quelle giornate calde si alternano con giornate assai fredde e piovose. Uno dei problemi più comuni in primavera è la tonsillite, che è spesso solo un tentativo da parte del corpo di eliminare il gelato (o altri alimenti molto dolci) nelle fredde giornate di pioggia.

In questo momento i nostri corpi sono un pò indeboliti e pronti per i giorni caldi in arrivo. Le prossime settimane saranno piene di alti e bassi e bruschi cambiamenti climatici, quindi dobbiamo continuare a seguire una dieta invernale, evitando cibi crudi e cibi molto dolci (ad esempio agave o miele). Vogliamo anche alleggerire un pò riducendo prodotti da forno e cibo di origine animale perché il clima sta comunque riscaldandosi.

Dobbiamo alleggerire ma non troppo.

È quasi il momento perfetto per la nostra dieta annuale di primavera, quella che ora chiamo “quaresima laica”. Quella dieta dovrà aspettare un altro paio di settimane fino a quando il forte freddo sarà finito. La mia conferenza del prossimo giovedì (il 22) sarà sulla dieta primaverile e su come ogni persona possa creare la quaresima laica che è meglio per loro.

Nel frattempo, evitiamo la tentazione del gelato e godetevi i giorni più caldi che stanno iniziando ad apparire.

Buona settimana, 

Martin