E la risposta è??

E la risposta è??

Questo è il titolo di una conferenza organizzato negli anni '80 da Ferro Ledvinka alla fondazione Est Ovest  a Firenze (la prima fondazione, visto che ora ne è nata un'altra).

 

La risposta a che? 

Vediamo di rispondere o trovare soluzioni per i problemi più importanti della nostra società.

 

Il problema del riscaldamento globale.

La risposta più efficace e più immediata è di eliminare (o quasi) il consumo di cibo di origine animale, visto che l’allevamento del bestiame è tra le cause principali del consumo di petrolio e la produzione di gas serra.  Non dobbiamo aspettare le macchine elettriche, o fonti di energia pulita, possiamo immeditamente ridurre il nostro impatto ambientale in modo significativo.

 

Il problema economico

Se tutti dovessero imparare a mangiare in modo equilibrato (seguendo i principi di armonia che tutti possono apprendere in poco tempo), l’incidenza di malattie verrebbe drasticamente ridotta, riducendo i costi della sanità e aumentando la produttività della forza lavorativa.

 

Il problema della violenza e guerre

Il mio insegnante Michio Kushi ha dedicato la sua vita alla creazione di un mondo di pace. La sua idea è che per avere un mondo di pace occorrono persone con la pace dentro. La pace interiore si costruisce, in gran parte, con ciò che mangiamo. Il cibo forgia il corpo e nutre la mente, e quindi armonia nel piatto genera armonia nelle persone e nel mondo. Invito ogni lettore di lavorare per realizzare la pace dentro di sè e diffonderla in ogni occasione.

 

Fame nel mondo

Se tutti dovessero mangiare cereali, verdure e legumi come base della dieta, abbandonando il consumo di carne, uova e latticini, ci sarebbe una tale abbondanza di cibo che ci metterebbe in imbarazzo se qualcuno non avesse di che nutrirsi. Attualmente circa un terzo della terra disponibile per l’agricoltura è dedicato a ciò che serve per produrre carne, uova, latte e formaggio. Se questi terreni fossero dedicati alla coltivazione di cereali, verdure e legumi renderebbero molto di più e darebbero cibo per sfamare il mondo più e più volte.

 

Anche il problema dell’acqua verrebbe drasticamente migliorato: per produrre un kilo di cereali ci vuole una frazione dell’acqua che serve per produrre un kilo di cibo di origine animale.

Deforestazione e perdita di specie in via d’estinzione.

Il punto precedente fa capire che non sarebbe necessario abbattere foreste per avere più terra coltivabile, basta e avanza quello che c’è se fosse dedicata a cereali, verdure e legumi.

La risposta è:

Cibo, ma cibo equilibrato e capace di rendere gli uomini più equilibrati, più consapevoli delle responsabilità che hanno e energico abbastanza per realizzare grandi progetti insieme.

Per molti di noi il cibo e la cucina sono visti come mezzi per evitare o superare problemi di salute, ma è molto di più. Il nostro rapporto con ciò che mangiamo determina la salute individuale e collettiva, ma anche il rispetto dell’ambiente e come possiamo interagire con altri per il nostro bene comune.

L'ottimale è di utilizzare prodotti biologici con equilibrio in cucina e a tavola per iniziare un processo che può davvero essere una risposta ai problemi più importanti della vita moderna.

Ci vorrà più della dieta, ma senza l’alimentazione armoniosa non ci saranno risposte, ci saranno solo tentativi parziali che possono avere risultati parziali.

Le risposte per i nostri problemi individuali, ambientali e sociali devono includere il cibo e i principi d’equilibrio che guidano le nostre scelte.

Martin