Chi sono i migliori cuochi al mondo?

Chi sono i migliori cuochi al mondo?

Chiaramente in Italia ci sono i migliori cuochi! Le persone che nascono in questa penisola  hanno un senso naturale per la bellezza, l'armonia e il buon gusto. Lo vedo nelle mie tre ragazze e mi chiedo da dove hanno preso tutto questo senso della bellezza e della moda (ovviamente dalla madre) e penso che la terra stessa abbia una vibrazione speciale che sortisce questo effetto sulla sua gente.

 

Questo senso di armonia e buon gusto si riflette nel cibo insieme alla creatività che è l'altra grande qualità di questo paese.

 

Nel corso dei secoli molti cibi sono stati introdotti in Italia e sono sempre stati migliorati. Il riso è arrivato in Italia e si è trasformato in risotto, i fagioli sono venuti dall'America e sono stati combinati con la pasta e hanno assunto molte forme nuove e accostamenti mai immaginati, il mais è diventato polenta, i pomodori hanno preso una nuova vita e anche l'olio d'oliva (non autoctono dell'Italia) è stato trasformato regione per regione.

 

Nel nostro mondo di cibi naturali, l'Italia ha preso cibi da altre culture e li ha migliorati. Il Seitan è migliore in Italia che in qualsiasi altra parte del mondo. Il tempeh (che ho introdotto io molti anni fa) è di altissima qualità, il tofu sta entrando a far parte della dieta italiana e sicuramente assumerà forme nuove e uniche.

 

Gli italiani sono grandi cuochi, su questo non c'è dubbio.

 

Chi sono i migliori cuochi italiani?

 

Dico senza esitazione che i diplomati della nostra scuola di cucina sono i migliori cuochi del mondo e i migliori cuochi d'Italia. Non conosco nessun'altra scuola di cucina che utilizza principi di equilibrio (macro) che si avvicini al livello di formazione che forniamo. Penso che i nostri insegnanti di cucina siano di altissimo livello. Quest'anno abbiamo avuto molti insegnanti di cucina meravigliosi da tutto il mondo e mi sono reso conto che i nostri cuochi sono di altissimo livello - a livello globale.

 

Insegniamo la cucina a 360°, da come preparare le prime pappe di un bambino per poi esplorare ogni aspetto della dieta umana, inclusi tutti gli stili di cottura, i cibi fermentati, la lavorazione degli alimenti, la presentazione e la decorazione dei piatti, i piatti curativi, piatti per le feste e occasioni speciali, oltre ai corsi di pratica professionale in cucina.

 

L'essenza che i nostri cuochi imparano è l'equilibrio. Si tratta di cibi semplici e deliziosi, presentati in modo semplice, armonioso e soprattutto equilibrato.

 

L'equilibrio si riconosce dai gusti di cui non ci si stanca mai. Il pane fatto correttamente può essere fatto solo con tre ingredienti: acqua, farina e sale, ma ha un sapore di cui non ci si stanca mai. In casa nostra mangiamo molta pasta e legumi (fagioli, ceci, lenticchie per lo più) e la ricetta è molto semplice per ognuno di questi piatti, ma devono essere ben preparati, per arrivare a quel gusto che è perfetto. Questa è vera macro - cucina armoniosa ed equilibrata. Lo stesso vale per le verdure, i dolci semplici e l'uso di condimenti e aromi. Si tratta di arrivare a quei sapori davvero armoniosi.

 

Penso che i nostri studenti riconoscano anche altri 2 ingredienti che i nostri insegnanti condividono durante i corsi. Sono l'ingrediente più importante in ogni cucina: l'amore e la felicità. Tutti noi insegnanti della nostra scuola amiamo quello che facciamo e amiamo condividerlo. Non sono un grande cuoco, ma questi due ingredienti sono presenti in ogni corso che tengo. I nostri cuochi condividono non solo il loro talento, ma anche il desiderio più profondo di un mondo migliore e la felicità e salute dei nostri studenti.

 

Ho sempre pensato questi due ingredienti non fossero mai abbastanza, ma ho scoperto durante il nostro evento in Austria a Pasqua l'anno scorso, che si possono rendere le persone troppo felici. Alla fine della settimana molti studenti erano un po' fuori controllo e si comportavano in modo insolitamente frivolo e ho capito che soffrivano di un eccesso di felicità. Torniamo in Austria quest’anno e ci sarà d’aggiustare qualche condimento.

 

E' rischioso aggiungere troppo amore.

 

Martin