Ansia, attacchi di panico e depressione – la risposta macrobiotica

Ansia, attacchi di panico e depressione – la risposta macrobiotica

Il Covid è stato stressante, e probabilmente continuerà ad esserlo ancora per un po' di tempo. Spero che tutti voi stiate reggendo questo stress, anche se è quasi sicuro che tutti proviamo un certo grado di ansia. L'ansia si può evolvere in panico e persino essere accompagnata da depressione, quando si prolunga. 

 

L'approccio macrobiotico a questi problemi "mentali ed emotivi" è quello di concentrarsi sulla salute fisica e spirituale.

 

La salute fisica crea forza e resistenza, qualità indispensabili in questo momento, invece i reni deboli contribuiscono direttamente alla paura, così come i problemi agli organi centrali (stomaco, milza e pancreas) amplificano l'ansia e la preoccupazione. Imparare a migliorare le condizioni di questi organi è un primo e importante passo per mantenere la mente forte.

 

L'aspetto spirituale ha a che fare con un'incomprensione del vero sé e del ruolo della mente cosciente. La vera Mente è una dimensione infinita e senza tempo di ciò che siamo, mentre la mente cosciente è come un film che si proietta su uno schermo*. Tendiamo a vedere solo ciò che si muove sullo schermo e non cerchiamo mai nemmeno la pace, l'amore e l'armonia di fondo che sono sempre presenti – l’onnipresente schermo.

 

Ciò che accade sul nostro schermo in questi giorni può essere abbastanza sconvolgente, pieno di dramma e sofferenze. Se ci concentriamo solo sullo schermo e abbiamo qualche debolezza fisica, i risultati saranno problemi emotivi e psicologici.

 

La macrobiotica è un metodo per rafforzare la salute e la ricerca dell'equilibrio fisico che inoltre aiuta a calmare la mente e ad entrare in contatto con il vero Sé. La ricerca del vero Sé è l'obiettivo principale della macrobiotica e può essere considerata uno strumento per lo sviluppo e l'evoluzione personale.

 

È attraverso le difficoltà che si realizzano lo sviluppo personale e l'evoluzione, e nonostante i film terrificanti e preoccupanti che stiamo vedendo sullo schermo in questi giorni, può essere il momento di una grande crescita personale e di un'evoluzione collettiva.

 

Mercoledì terrò una conferenza Zoom su questo approccio macrobiotico alla prevenzionee alla cura dei problemi mentali ed emotivi, sia con cibo e rimedi speciali, sia con suggerimenti per superare lo schermo del dramma quotidiano e delle cattive notizie, per immergerci nella nostra vera natura.

 

I miei suggerimenti più importanti per questo messaggio sono probabilmente:

1.         Evitare lo zucchero e i cibi molto dolci. Zucchero, miele, agave, frutta tropicale e altri dolcificanti sopprimono l'energia dei reni e possono suscitare un senso di paura, anche quando non c'è una vera minaccia. Ci sono un sacco di meravigliosi cibi dolci che possono essere preparati con malto e frutta di stagione.

2.         Evitare carne, formaggio, uova e latticini prodotti con le moderne tecniche agricole. Sono pieni di sostanze chimiche, antibiotici, ormoni e, in particolare, di sofferenza. In genere consiglio di usare solo pesce pescato, ma per chi sceglie di mangiare uova, formaggio o carne, è molto importante che la quantità sia minima, e la qualità sia massima.

3.         Creare un momento di silenzio ogni giorno e, se possibile, più di una volta al giorno.

 

L'aspetto spirituale della macrobiotica non è in nessun modo in conflitto con alcuna religione o percorso spirituale: semplicemente aiuta a riconoscere e a sperimentare la dimensione spirituale che è alla base di tutte le religioni.

 

Una delle cose migliori che possiamo fare per corpo, mente e spirito quest'estate è uscire e godersi la natura. Lasciare i telefoni a casa (che pensiero radicale) e contemplare la bellezza del nostro mondo e la potenza della natura.

 

 

*Questa metafora dello schermo e della mente viene da un maestro spirituale indiano, Sri Ramana Maharshi. La trovo particolarmente appropriata, visto l'abuso degli schermi a cui assistiamo oggi. Siamo così concentrati sugli schermi che ci manca l'essenza della vita - a volte non vediamo nemmeno chi ci sta davanti. I social media sono l'esaltazione del superficiale e dell'effimero, e peggio ancora, sono l'esaltazione del piccolo sé a scapito della rivelazione del vero Sé. Può essere difficile superare il "sé" e l'amicizia virtuale se ci si inchina costantemente agli schermi sacri che dominano la vita.

 

 

Martin

 

PS: per chi ne avesse bisogno sono sempre disponibile via skype o facetime per consulenze personali. Basta chiamare 348 5800869