È la stagione dell’influenza!

È la stagione dell’influenza!

Fa molto freddo, è molto buio, è molto umido e piovoso: è arrivata la stagione dell'influenza!

Sembra che i virus decidano di attivarsi quando il tempo è proprio come adesso. Per qualche motivo, non sono molto attivi quando fa caldo e non c'è pioggia.

Il motivo è che i virus non sono la causa principale dell'influenza, ma sono piuttosto una conseguenza o un co-fattore. Un caso normale di influenza è semplicemente l'adattamento del corpo al clima. Se una persona ha mangiato molti zuccheri, latticini, succhi di frutta, cioccolato, banane, vino e birra, ha gradualmente creato un ambiente interno freddo e umido. Quando il clima intorno a noi è freddo e umido, il nostro corpo ha bisogno di creare un ambiente interno più caldo e secco. L'ambiente interno è creato dalle condizioni del sangue, della linfa e dei fluidi interni, influenzati da ciò che mangiamo.

Se i fluidi interni sono freddi e umidi, devono essere eliminati. Questa eliminazione può avvenire attraverso i normali processi che coinvolgono l'intestino crasso, i polmoni, la pelle, i reni e la vescica e spesso questo basta a stabilire l'equilibrio. Se però questi normali mezzi di eliminazione non sono sufficienti, si rendono necessari mezzi secondari che spesso prevedono la collaborazione di virus. Il virus in questo caso crea un'infiammazione nell'apparato respiratorio e sintomi come starnuti, tosse e febbre accelerano il processo di riequilibrio dell'ambiente interno con quello esterno. I virus non sono la causa, ma un co-fattore. Lo stesso processo avviene con i raffreddori che di solito si presentano all'inizio della stagione fredda e non richiedono un aggiustamento così importante.

Questa visione del funzionamento interno del corpo fa parte dell'antica visione orientale che vede l'interno come un microcosmo dell'esterno. Nel corpo può esserci troppo vento, o troppo freddo e umidità, o troppo calore o eccessiva secchezza. È un modo molto semplice e pratico di comprendere il modo in cui il nostro corpo si adatta da una stagione all'altra e da una condizione climatica all'altra. La Medicina tradizionale cinese considera i fattori esterni come un'invasione del corpo e ritiene che sia importante proteggersi dal vento, dal freddo, ecc. Il punto di vista macrobiotico è che il clima interno è dovuto principalmente alla nostra alimentazione e al nostro stile di vita, e questo rende più facile correggere gli squilibri con il cibo e la cucina.

 

clicca qui per guardare il video allegato a questa newsletter!

 

La scienza moderna considera i virus come l'unica causa dell'influenza e lavora freneticamente ogni anno per creare vaccini che li eliminino dall'organismo. Eliminando questo co-fattore si garantisce che venga mantenuto lo squilibrio di fondo tra l'ambiente interno ed esterno invece che correggerlo, creando altri e più profondi problemi di salute, tra cui problemi autoimmuni e degenerativi, oltre a potenziali problemi cognitivi.

 

Virus e batteri sono presenti ovunque nel nostro ambiente e svolgono un ruolo naturale nel mantenere l'equilibrio del nostro corpo. Quando i microrganismi vengono introdotti artificialmente in un ambiente possono essere molto pericolosi, proprio come quando si introducono nuove piante e animali in un ecosistema. Si possono trovare molti esempi di pandemie pericolose di questo tipo nel corso della storia come anche con il virus Covid-19.

A parte questi casi insoliti, la stragrande maggioranza dei raffreddori e delle influenze sono semplici malattie di adattamento e dovrebbero essere viste come un effetto positivo, una sorta di processo di pulizia annuale per compensare i nostri eccessi. Purtroppo, le persone moderne hanno così tanti eccessi che questo processo di pulizia può essere violento e pericoloso e, per alcuni, i vaccini possono avere un ruolo importante.

La nostra concezione macrobiotica è che dobbiamo sempre adattare la nostra dieta e il nostro stile di vita ai cambiamenti climatici e che è meglio evitare gli alimenti con effetti estremi di yin e yang. Questo concetto è particolarmente importante quando ci avviciniamo alle festività natalizie, durante le quali sicuramente gusteremo cibi che non sono in perfetta armonia con la stagione. Se nel mese di gennaio dovessero comparire i sintomi di un raffreddore o di un'influenza, assicuriamoci di non dare la colpa ai virus!

Martin

 

Il corso di mercoledì 14 dicembre:

pratiche ed esercizi per chi ha tensione di spalle e una vita di stress