Fai esplodere la tua TV

Fai esplodere la tua TV

Blow up your t.v., throw away your paper
Go to the country, build you a home
Plant a little garden, eat a lot of peaches
Try to find Jesus on your own

 

We blew up our t.v. threw away our paper
Went to the country, built us a home
Had a lot of children, fed 'em on peaches
They all found Jesus on their own

 

Fai esplodere la tua t.v. butta via tutti i giornali

Vai in campagna, costruisci una casa

Coltiva un piccolo orto, mangia un sacco di pesche

Prova a trovare Gesù da solo

 

Abbiamo fatto esplodere la nostra t.v., buttato via il nostri giornali

Siamo andati in campagna, abbiamo costruito una casa

Abbiamo avuto molti bambini, sono stati nutriti con le pesche

Hanno trovato tutti Gesù da soli

 

Questi sono due versi di una canzone del musicista americano

John Prine che vi propongo come parte di un suggerimento per le feste.

 

Mi riferisco nello specifico a Facebook e ai social media. Mi sembra che le persone moderne stiano perdendo due prerogative importanti grazie a questi:

 

1. La capacità di stare con sé stessi,

2. La capacità di stare con gli altri.

La vita è diventata piena distrazioni oltre misura e ci manca la sua essenza.

 

È un po' come un bambino piccolo quando riceve i regali di Natale e si concentra sulla carta da regalo e non guarda il regalo. Sembriamo riempire le nostre menti con attività e rumore al punto in cui non possiamo più apprezzare il silenzio. Il silenzio è troppo difficile da condividere su Facebook o scattare una foto o mettere un “like".

 

Il silenzio è dove giace l'eternità, è dove risiede il miracolo della vita e dove possiamo veramente trovare noi stessi. La mente occupata non coglie l'essenza, e i social media sono un modo per rendere la mente impegnata, per nutrire il nostro ego, che è una specie di mente artificiale che ha bisogno di essere penetrata per trovare quella più profonda e il vero sé.

 

Anche le amicizie sui social media sono paradossali. Sembra che tutti siano impegnati con i loro amici sui social media, fino al punto in cui ignorano le persone che li circondano.

 

L'amicizia può essere speciale quanto il silenzio nelle nostre vite e, i veri amici non devono dirsi molto per godere della propria amicizia. Ho un amico in Austria che recentemente ha avuto un incidente quasi fatale. Ora è paralizzato dalla vita in giù e siamo in contatto via e-mail. Ci siamo scritti un paio di volte, ma abbiamo bisogno di sederci insieme e sentire il calore umano per esprimere e sentire davvero questa amicizia, quindi devo andare in Austria appena posso per stare con il mio amico. Potrei riuscire a vederlo molto poco nei prossimi anni, ma ciò non diminuirà in alcun modo la nostra amicizia, non è una questione di quantità.

 

Non voglio essere eccessivamente critico nei confronti dei social media, capisco l'appeal e il divertimento, e, quest'ultimo è positivo. Quello che voglio suggerire è che tutti cerchiamo di seguire il consiglio di John Prine durante le festività.

Fai esplodere la tua TV e getta via i tuoi giornali

Spegniamo i nostri dispositivi elettrici (non dobbiamo farli esplodere) e evitiamo tutte le notizie e i problemi del mondo solo per pochi giorni durante le vacanze.

Vai in campagna e costruisci una casa

Possiamo provare ad uscire nella natura e goderne la bellezza e il silenzio anche se è solo per fare delle passeggiate nel parco.

Coltiva un piccolo orto e mangia un sacco di pesche.

Dedichiamo tempo a cucinare insieme, per preparare i dolci, e per godere di questo aspetto essenziale e importante della vita, sostenendola con cibo semplice e delizioso.

Prova a trovare Gesù da soloAttraverso il silenzio, il contatto con la natura, la vera condivisione e l'essere presenti con gli altri e con i cibi naturali, possiamo ottenere una visione di quella parte di noi che è eterna e divina.

Le feste possono essere davvero un momento spirituale con il profondo silenzio invernale nella natura, condivisione con amici e familiari e mangiare e cucinare insieme - tutto senza le innumerevoli distrazioni dei social media, tv, notizie e eccessive distrazioni mentali, almeno per pochi ore al giorno.

Durante il nostro recente corso di cucina, l'insegnante giapponese Mitsuko Mikami ci ha ricordato che tutto ha due lati, e più grande è il davanti, più grande è il retro. L'incredibile potere e attrazione di Internet e dei social media ha un lato nascosto altrettanto incredibile, un lato che ci impedisce di conoscere noi stessi e di creare relazioni profonde e significative. Possiamo goderci internet finché ne siamo consapevoli. Se manteniamo costantemente le nostre menti occupate con piaceri superficiali, ci manca il vero dono della vita, continuiamo a giocare con la carta da regalo.

Spero che tutti possano trascorrere un natale ricco di regali meravigliosi, buone feste!
Martin