INVECCHIAMENTO SANO: non diventare una statistica

INVECCHIAMENTO SANO: non diventare una statistica

Questa domenica presento una conferenza speciale su come invecchiare bene, invecchiare con dignità e vitalità. Preparandomi per questa presentazione ho fatto alcune ricerche sule varie teorie a riguardo e una serie di statistiche. Le statistiche sono allarmanti e la mia intenzione di presentarle qui è di aiutarci a capire dove la società moderna ci sta portando, come un fiume che scorre verso una destinazione specifica.

 

Queste statistiche si riferiscono agli Stati Uniti, ma credo che il flusso del fiume della società in Italia stia andando nella stessa direzione. Alcuni possono obiettare che la dieta italiana è molto meglio della dieta americana, ma posso solo fidarmi dei miei occhi; quando esco dal nostro centro di Milano e mi dirigo verso la metro, all'angolo, c'è un enorme McDonalds da un lato e un Chicken and Chicken dall'altro. Mentre proseguo lungo la strada c'è una steak house cinese, e una serie di fast food e bar che non hanno sostanzialmente nulla da mangiare per una persona che cerca di invecchiare bene.

 

Ecco le statistiche

Il 92,2 % delle persone di età superiore ai 65 anni ha almeno una condizione cronica.

Il 40% delle persone di età superiore ai 60 anni assume almeno 5 farmaci.

Il 45% delle persone con più di 85 anni soffre di Alzheimer.

Il 50% della popolazione statunitense sarà obesa entro il 2030 (l'Italia è tra i primi tre al mondo per obesità infantile).

Il 10% della popolazione mondiale soffre di diabete ed è in rapido aumento.

 

Potrei continuare con le statistiche sulle malattie cardiache (la principale causa di morte nel mondo industrializzato), i problemi legati al dolore, l'incidenza della depressoine e altri, ma penso che il flusso di questo fiume sia abbastanza chiaro.

 

La mia domanda principale per quelli di noi che stanno invecchiando (tutti) è: chi è responsabile della vostra salute e del vostro processo di invecchiamento? Se la tua risposta è il sistema sanitario nazionale, penso che tu sia in difficoltà, e se dici che è nelle mani dell'industria alimentare, penso che tu sia una persona molto onesta e attenta e sei in grossi guai.

 

La responsabilità è  tua!

Hai bisogno di essere responsabile della tua salute e dell'invecchiamento. Hai bisogno di imparare a mangiare e le migliori abitudini di vita per invecchiare bene. Se metti un po' di impegno, tempo e curiosità scoprirai che puoi cambiare completamente lo stato di salute, anche se gli anni avanzano.

 

Ho scoperto parecchie statistiche molto ottimistiche su come le persone possono invecchiare bene. Presenterò studi e pratiche che hanno dimostrato come è possibile invertire l'invecchiamento e migliorare le condizioni croniche. Presenterò anche la nostra visione unica del corpo umano e della salute che penso vi permetterà di cambiare totalmente la direzione del flusso della vostra vita.

 

Ciò che insegniamo nella nostra scuola è unico, è una sintesi tra Oriente e Occidente. Usiamo la comprensione orientale di un corpo energetico di chakra, meridiani e flusso di forza vitale, insieme alla scienza e alla ricerca occidentale. Prendendo il meglio del mondo antico e della scienza moderna abbiamo più possibilità che mai.

 

Spero che possiate partecipare la domenica* e incoraggio tutti ad iniziare studi più approfonditi, partiamo con il nuovo anno scolastico e i corsi sono aperti a tutti. Non c'è niente di più importante della vostra salute e ciò che fate giorno per giorno determina la vostra salute futura.

 

Il tuo pensionamento può essere l'inizio di una serie di problemi di salute che tendono a peggiorare nel tempo, si potrebbe persino definirla una malattia in quel caso, oppure può essere un momento di saggezza, di condivisione di una vita di esperienza, di vitalità e chiarezza mentale e di contributi fantastici alla società e al mondo.

 

Unisciti a noi e possiamo rimanere fuori dalle statistiche e creare un flusso verso molti anni di vita, una vita che vale la pena vivere e celebrare

 

Martin

 

*Dopo la conferenza c’è il consueto brunch della domenica con chef  Michele Maino.