Sei pronto per il freddo?

Sei pronto per il freddo?

Sembra che il freddo dell'inverno sia qui e ne stia arrivando altro; siete pronti? Sfortunatamente penso che la maggior parte della gente sia nei guai e, nelle prossime settimane, ci sarà un picco di influenza e tutti i tipi di raffreddori e altri disturbi stagionali.

 

Le principali ragioni per questo sono due:

1. Le feste

2. Le persone, particolarmente vegetariani o vegani (o le persone che stanno cercando di mangiare meglio) non sanno come cucinare per affrontare il freddo.

 

Durante le feste le persone mangiano molti cibi yin. I cibi Yin sono alimenti che rendono il corpo freddo, anche se a volte l’effetto non si avverte immediatamente, infatti alcuni cibi danno l'impressione di calore, il freddo viene dopo. L'alcol ne è un esempio, lo zucchero è il re degli alimenti yin, come lo sono i frutti tropicali e gli agrumi (mandarini ecc.) E altri ingredienti come le spezie (la curcuma è terribile per l’inverno) e il cacao. I cibi crudi in generale raffreddano il corpo in particolare olio crudo, compreso quello contenuto nelle noci e semi.

 

Potrei andare avanti con questa lista, ma penso che molte persone riconoscano tutti questi cibi come parte dei loro pasti durante le feste. È normale mangiare questi alimenti durante le occasioni speciali, è anche sano, è una questione di quantità,  sapendo che i problemi che possono creare arrivano pochi giorni o poche settimane dopo. Gli effetti principali di molti cibi yin si avvertono tre settimane dopo aver smesso di prenderli. Tre settimane dopo le vacanze ti porta diritto al periodo più freddo dell'anno. Vi invito ad osservare cosa succede durante la seconda metà di questo mese in modo da poter ricordare, il prossimo Natale, di consumare una quantità inferiore di questi cibi yin, anche se probabilmente non lo farete.

 

Il secondo punto è semplicemente che le persone non sanno come cucinare. La cucina moderna ruota intorno a carne, pesce, formaggio e uova e questi alimenti creano un desiderio di frutta, cibi crudi, latticini (yogurt) e cereali raffinati, per non parlare di zucchero, alcool ecc. Quando la gente abbandona o riduce gli alimenti di origine animale è necessario imparare a cucinare cibi vegetali in un maniera tale da renderli forti e, l'unico modo per capirlo, è con i principi dello yin e dello yang. Ho visto molti studenti mescolare l'uso di yin e yang, o complicarlo con altre teorie o interpretazioni personali e francamente farebbero meglio a tornare e studiare di nuovo questi principi fondamentali.

 

Nel corso "Energia del cibo" che si svolgerà il 19+20 gennaio,spiego questi principi in dettaglio e quest'anno intendo cambiare radicalmente il corso e realizzare un corso macro "vecchio stile", come mi è stato insegnato negli anni '70. Se vuoi davvero sapere come usare il cibo per riscaldarti e rafforzarti, così come per darti chiarezza mentale e forza di volontà, ti suggerisco questo corso. Suggerisco anche lezioni di cucina e il nostro corso base è sempre il corso migliore per iniziare, e quest'anno puoi anche approfittare di due grandi cuochi del nord Europa che sono qui per la stagione fredda.

 

Alla fine di questo mese (25+26 gennaio) Jack Lambeth terrà un corso di cucina con le ricette del nord Europa. Ha un ristorante in Svezia e quando gli dissi che la sua lezione si sarebbe svolta nella parte più fredda dell'anno, rispose; "più farà freddo e meglio è". Jack è nato e cresciuto macrobiotico e sua moglie è russa, quindi sa come rendere il cibo forte. Hans Schmid arriverà da Berlino il 22+23 febbraio per terminare l'inverno.

Avremo molte opportunità di studiare e imparare insieme quest'anno. Farò più lezioni (compresa la domenica mattina prima del brunch) e ci saranno insegnanti da tutto il mondo che verranno regolarmente.

 

Entro la fine di quest'anno, non avrai scuse per sentirti freddo o stare male in inverno.

 

Spero che tutti abbiano trascorso delle splendide vacanze e spero di vedervi durante il 2019. Sarò al brunch questa domenica con le ragazze e potremo farci gli auguri in persona.

 

Martin