Virus, virus, virus

Virus, virus, virus

Le nostre vite sono sotto costante attacco, viviamo sotto la nube dei virus, e non solo il prossimo virus sconosciuto, ma innumerevoli virus già dentro e intorno a noi:

  • papilloma virus
  • Herpes semplice
  • Epstein-Barr
  • AIDS
  • Influenza
  • Covid
  • E altri ancora che sicuramente verranno.

 

Sembra che la nostra unica speranza di essere al sicuro da questi virus sia che un giorno si trovi un vaccino per ciascuno di essi. Il vaccino contro il papilloma virus promette di salvare le giovani ragazze dal cancro al collo dell'utero e si consiglia vivamente di renderle immuni.

Ogni anno c'è un nuovo vaccino antinfluenzale e ne vengono somministrate milioni di dosi.

La ricerca di un vaccino contro l'AIDS ha coinvolto miliardi di euro e milioni di ricercatori.

C'è una guerra tra le Nazioni per chi svilupperà il primo vaccino anti COVID, e la Russia sta già somministrando un vaccino sperimentale, calcolando che i potenziali pericoli del vaccino sono probabilmente inferiori a quelli del COVID.

 

Vorrei suggerire che tutta questa dipendenza e questo investimento emotivo nella creazione di nuovi vaccini si basa più sulla paura e sull'ignoranza che su un pensiero chiaro e scientifico.

 

Se riusciamo a conoscere questi virus e capire come agiscono nel nostro corpo possiamo prepararci meglio, e dobbiamo conoscere la reale efficacia dei vaccini e i potenziali pericoli.

 

Il papilloma virus è diffuso nel corpo umano ed è presente in condizioni che vanno dalle verruche ai condilomi. La sua presenza è data come prova che la causa di questi problemi non è la sola presenza del virus nel corpo. Nel caso del cancro alla cervice uterina, il virus è già presente nel nostro corpo nel 70% dei casi, quindi dobbiamo chiederci quale sia la vera causa.

 

Epstein-Barr, il virus che si ritiene sia la causa della mononucleosi, è presente in oltre il 90% della popolazione. Quale può essere la causa principale di questa malattia se quasi tutti ne sono affetti e solo una piccola percentuale della popolazione si ammala?

 

Il vaccino antinfluenzale annuale è di solito efficace solo dal 40 al 70%, quindi è un po' come tirare i dadi e sperare che ci salverà.

 

L'AIDS non ha un vaccino, e non ce n'è alcuno in vista.

 

L'herpes è presente nel nostro corpo oggi come il giorno in cui si scoprì che era collegato a un virus negli anni '40. Nessun vaccino è previsto per i prossimi anni, anche se molti tentativi sono stati fatti e molti sono stati abbandonati.

 

Il nostro amico Covid non ha ancora avuto l'ultima parola e non si sa se ci vorrà un vaccino per rimuoverlo, o se semplicemente farà il suo corso e scomparirà come la peste del XIV secolo o il virus del 1918.

 

 

 

e-book

In questo anno di Covid, ho ripetuto più e più volte che la vera protezione contro la malattia è nel rendersi forti. Questo mercoledì sera esplorerò la storia di questi vari virus e come sta andando la nostra lotta contro di loro, inoltre suggerirò un approccio diverso.

 

Prima di tutto vorrei chiarire che ci sono 3 tipi di virus

1.         Quelli che sono benefici e ci aiutano ad eliminare gli eccessi

2.         Quelli basati sulla scomposizione dei nostri tessuti

3.         Quelli che ci arrivano da altri animali 

 

Infine, presenterò un punto di vista che considera il nostro sistema linfatico, che ritengo sia la chiave per creare una resistenza a lungo termine contro tutti i virus. Il nostro sistema linfatico è un incredibile prodezza di ingegneria biologica che deve essere compresa chiaramente per essere poi rafforzata e per capire perché le persone moderne sono così vulnerabili alle malattie infettive. La nostra comprensione dello yin e dello yang e di come si applicano a questo miracoloso sistema di pulizia e di rinnovamento del nostro corpo è naturalmente la chiave.

 

Impariamo a conoscere questi virus, non solo per imparare a controllarli, ma anche per prepararci a future infezioni virali che sicuramente ci visiteranno in futuro.

 

Recentemente ho trovato un video di Anthony Fauci, il principale esperto di epidemie virali in America di 2 anni fa, in cui suggeriva che il rischio di una pandemia globale nel prossimo futuro non solo era possibile, ma inevitabile.

 

In un mondo così malsano, così sovrappopolato, così interconnesso e così dipendente da alimenti raffinati e prodotti in massa (pieni di sostanze chimiche, antibiotici, ormoni, OGM e sofferenza) non possiamo che aspettarci sempre più problemi di questo tipo.

 

Aggiungo che questo articolo non è un attacco ai vaccini e chi si sente più sicuro con la vaccinazione non viene criticato; è più un tentativo di trovare soluzioni più complete per i problemi attuali, e per i problemi futuri che sicuramente arriveranno.

 

 

Martin

 

 

 

 

PS: per chi ne avesse bisogno sono sempre disponibile via skype o facetime per consulenze personali. Basta chiamare 348 5800869