Scuola di cucina e Terapia alimentare per diventare Operatore Olistico e consulente macrobiotico– consulenze alimentari

post

Mettete le spalle al muro!

Mettete le spalle al muro!

Questa settimana faremo una diagnosi della postura e di come, il modo in cui portiamo e muoviamo il nostro corpo, rifletta le condizioni dei nostri organi interni e dei nostri stati d’animo. Osservare la posizione dei piedi e delle mani in posizione eretta può rivelare molto sullo stato di salute di una persona. Se i piedi sono rivolti verso l’esterno o verso l’interno indica la condizione del basso ventre, spesso la condizione dell’intestino o delle ovaie in una donna; inclinarsi in avanti o all’indietro mentre si cammina rivela molto sui reni, e ci sono molti modi per vedere la salute di una persona, fisica e mentale, nella sua postura e nei suoi movimenti. L’osservazione delle persone diventa un passatempo nuovo e affascinante quando impariamo questa forma di diagnosi.

La cattiva postura si manifesta in due modi.
Le condizioni dei nostri organi interni e molti aspetti della nostra vita quotidiana influenzano la postura e l’incedere, creando squilibri che possiamo vedere e diagnosticare. La postura squilibrata inizia poi a creare problemi a sua volta. Ci sono molti esempi potenziali di questo effetto a cascata di un problema che crea un altro problema, che poi amplifica il problema originale e crea nuovi e diversi problemi a sua volta. Uno degli esempi più importanti è l’angolo con cui una persona tiene abitualmente la testa in posizione eretta o seduta.

 

Se una persona ha un intestino espanso con indurimenti e accumuli, questa espansione esercita una pressione sulla colonna vertebrale, facendola curvare verso l’interno. Questa curva innaturale disturba l’armonia dell’intera colonna vertebrale e può causare la sporgenza della testa e la sua inclinazione in avanti.

Questa postura crea una tensione crescente sul collo e sulla parte superiore della schiena e può causare una serie di problemi. È importante rendersi conto di quanto sia pesante la testa e di quanto il suo peso influisca su queste zone superiori.
Per ogni 2 cm di spostamento della testa in avanti, il peso della testa aumenta di 4,5 kg, con conseguente aumento della pressione sul collo.

Questa pressione può provocare mal di testa, problemi di udito come acufeni, disturbi della vista e del flusso sanguigno al cervello e a tutti gli organi di senso. La cattiva postura è infatti una malattia che affligge gradualmente molte aree del corpo.

 

Cosa fare?
La prima cosa da fare è una chiara diagnosi macrobiotica. Se l’intestino è una delle cause principali, bisogna cercare di correggere questo squilibrio (la causa possono essere i reni o altri organi). È poi necessario ricorrere a esercizi speciali che aiutino a correggere anni di squilibrio che possono causare l’allungamento o l’irrigidimento di tendini, legamenti e muscoli.

 

Questo mercoledì Paul Lambeth, massaggiatore shiatsu e terapista olistico, sarà il relatore del corso sulla diagnosi degli squilibri posturali e dedicherà del tempo agli esercizi che aiuteranno in modo specifico a ottenere la posizione corretta della testa.

 

Per avere una rapida idea dello stato della vostra postura, mettetevi in piedi con la schiena e i talloni attaccati a una parete e osservate se anche la testa è a contatto o se è inclinata in avanti.

Con l’avvicinarsi del nuovo anno, un buon proposito sarebbe quello di recuperare una postura corretta e sana. Questo è il mio proposito, e con uno scheletro di 2,4 metri ho un grande bisogno di equilibrio posturale.

 

 

 

Martin

 

 

 

Lezione di Mercoledì 13 dicembre : DIAGNOSI POSTURALE E DIAGNOSI DEL MOVIMENTO – CON PAUL LAMBETH

 

Clicca qui per guardare il video allegato a questa newsletter